top of page

Il mining di bitcoin sale del 3,27% dopo un sostanziale calo. Cosa c'entra la fortuna?





La difficoltà di mining di Bitcoin in ottobre ha avuto il picco più alto dalla scorsa estate, quando la Cina ha represso il settore e ha costretto le società minerarie a fuggire in altri paesi. Molti minatori hanno dovuto chiedere battenti e la situazione non è certamente migliorata con il caro energetico del 2022. "È anche vero che alcuni minatori stavano chiudendo", ha detto Frumkin. I minatori senza un contratto di energia fissa sono soggetti ai prezzi di mercato e "l'energia sta davvero guidando molte decisioni delle persone", ha affermato Jason Les, CEO di Riot. Anche la volatilità del prezzo di Bitcoin gioca un ruolo chiave nel mining. "Ogni volta che c'è un'estrema volatilità nel prezzo (del bitcoin), lo stesso potrebbe essere trovato con l'hashrate", ha affermato Kevin Zhang, vicepresidente senior di mining pool Foundry. Negli ultimi giorni però l'attività di mining è di nuovo in rialzo del 3,27%, secondo l'ultimo aggiustamento pubblicato lunedì da BTC.com. I miners potrebbero essere a conoscenza di qualche particolare a noi sconosciuto?




Comentários


Iscriviti alla Newsletter

 

Grazie per l'iscrizione!

Ultimi Articoli

bottom of page