Raccolta di capitale tramite cryptovalute: ICO, IEO e STO.

In questo articolo discuteremo alcuni metodi di raccolta di capitale nel sistema cryptovalutario.



ICO è l' acronimo usato per "Initial Coin Offering" ed è un metodo di finanziamento utilizzato dalle aziende per ottenere le risorse necessarie per sviluppare i loro progetti.


Questo meccanismo è stato il primo e principale metodo di raccolta fondi nello spazio cryptomonetario per le imprese operanti nel settore.


Il principale vantaggio di un ICO è la sua flessibilità: grazie al sistema blockchain è possibile ricevere capitale da investitori senza la necessità di passare attraverso complicati processi finanziari. Un ICO di successo si riflette direttamente sulla domanda del token e conseguentemente sul suo prezzo. Per questo motivo startup che intendano lanciare un Initial Coin Offering mettano molto impegno nella campagna di marketing di una ICO.

Un IEO invece, è uno strumento di raccolta fondi chiuso e quindi non aperto a tutti gli investitori. IEO è l'acronimo di "Initial Exchange Offering" ed è una procedura adottata da un Exchange per raccogliere capitale per conto di una specifica azienda.


Per effettuare un IEO, l'azienda, deve soddisfare determinati requisiti specificatamente richiesti dall'exchange. Il lancio di un token non è libero come nelle ICO ma subordinato alla decisione dell'emittente. Per questo motivo il rischio di investire in una IEO è inferiore rispetto ad una ICO.

Infine c'è da aggiungere che, qualora una startup dopo un ICO voglia listare il proprio token su piattaforme di scambio, deve rispettare determinati requisiti richiesti dai vari exchange.

Invece, in un IEO il team ottiene automaticamente il supporto dell'Exchange per listare il token dopo la crowdsale.


Al giorno d'oggi, molti Exchange importanti hanno la propria piattaforma IEO. Per esempio, Binance ha Binance Launchpad, Bittrex ha Bittrex International IEO, Bitmax ha Bitmax Launchpad, OKEx ha OKEx IEO e Huobi ha Huobi Prime.

Un STO invece è uno strumento di raccolta di capitale molto più vicino alla finanza tradizionale rispetto alle due precedenti offerte iniziali proposte.

STO è l'acronimo di Security Token Offering e rappresenta a tutti gli effetti uno strumento finanziario partecipativo. Attraverso una STO l'azienda intende ottenere capitale con l'emissione di cryptovalute tramite l'utilizzo di una piattaforma blockchain.

In questo caso, il token offerto al pubblico è un vero e proprio strumento rappresentativo di un asset class come ad esempio un'azione, obbligazione o un titolo derivato.

Le STO sono quindi soggette alla normativa relativa all'emissione di strumenti finanziari e sottoposte al controllo autoritario.

Il token garantisce l'autenticità e la proprietà del titolo inserito nello smart contract attraverso l'utilizzo di DLT(distributed ledger technology).

In questo modo la società ha la possibilità di raccogliere capitale di rischio senza dover ricorrere al sistema bancario ma offrendo comunque sia ad i propri investitori un certo grado di sicurezza.

18 visualizzazioni