top of page

Bitcoin (BTC/USD): perché siamo solo all'inizio del trend rialzista?

Bitcoin attraversa un periodo critico mentre ci avviciniamo al Natale e alle festività di Capodanno. Con il BTC/USD che testa il supporto a 40.000 dollari, la corsa al rialzo sembra aver perso slancio, generando dubbi tra i rialzisti in vista della chiusura annuale della candela.



I trader e gli analisti sono immersi in una serie di domande cruciali mentre il mercato cerca di comprendere la direzione futura di Bitcoin. L'attenzione è rivolta a diversi fattori che potrebbero influenzare la volatilità, compresi i dati macroeconomici degli Stati Uniti e i segnali della Federal Reserve sulla politica economica.


Il termine "pivot" è sulla bocca di tutti, con l'importanza di dimostrare che l'inflazione sta diminuendo senza sorprese. All'interno del mondo Bitcoin, le commissioni elevate sono una fonte di preoccupazione, ma gli hodler più esperti sollevano la questione dell'imminente decisione sull'approvazione o meno di un ETF spot statunitense.

Con il rallentamento della corsa al rialzo, il sentiment si raffredda, ma l'interrogativo è se una ripresa dei prezzi riuscirà a controllare l'avidità dei partecipanti al mercato.


Ci sono cinque argomenti chiave su cui concentrarsi riguardo all'azione dei prezzi di BTC nei prossimi giorni e oltre. Dopo una settimana frenetica per la Federal Reserve, i trader osservano da vicino i dati macroeconomici degli Stati Uniti, con l'attenzione su PCE di novembre e la revisione del PIL del terzo trimestre.


Il numero di nuovi indirizzi Bitcoin è in calo rispetto al picco di novembre, suggerendo una possibile fine delle condizioni rialziste. Tuttavia, almeno Bitcoin e le criptovalute mostrano livelli di avidità "sostenibili" secondo il Crypto Fear & Greed Index, che si avvicina ai minimi mensili.


La settimana inizia in territorio rischioso, evidenziato dalle svendite delle balene che indicano un cambiamento di umore. La chiusura settimanale del 17 dicembre a circa 41.300$ ha visto una vendita locale per BTC/USD.

Gli indicatori materiali di trading notano la perdita della media mobile a 21 giorni, considerata intrinsecamente ribassista. La battaglia per un livello chiave di ritracciamento di Fibonacci, corrispondente al massimo storico di novembre 2021, è evidente.

Skew, un trader popolare, aggiunge alcune linee nella sabbia con medie mobili esponenziali a 200 e 300 periodi su intervalli temporali di 4 ore, insieme all'EMA a 50 giorni, tutti notevolmente al di sotto del prezzo spot.


La prossima settimana è cruciale, con la pubblicazione del PCE di novembre, l'indicatore preferito dalla Fed per l'inflazione. Dopo le decisioni chiave della Fed della scorsa settimana, i dati devono continuare a mostrare un calo dell'inflazione in vista del 2024.

La discussione sulle commissioni di transazione Bitcoin è intensificata, raggiungendo i livelli più alti da aprile 2021. Le tariffe sono diminuite notevolmente nella nuova settimana, con transazioni confermate per meno di 15 dollari al momento della scrittura.

I partecipanti al mercato sono invitati a rivolgere l'attenzione all'approvazione dei primi ETF spot su Bitcoin negli Stati Uniti il prossimo mese. Il dibattito sulle commissioni sembra temporaneo, con l'attenzione che ora si sposta sull'ETF come punto chiave per il futuro di Bitcoin.


In conclusione, il periodo natalizio porta sfide significative per Bitcoin, con il mercato che si interroga sulla tenuta della corsa al rialzo. L'incertezza è palpabile, ma gli investitori sono pronti a reagire agli sviluppi chiave, inclusa l'approvazione degli ETF e i dati macroeconomici.




Comments


Iscriviti alla Newsletter

 

Grazie per l'iscrizione!

Ultimi Articoli

bottom of page